giovedì 13 febbraio 2014

Vademecum anti brogli, ce n'è ancora bisogno

Ricevo un messaggio privato dall'apposito form del blog (e così finalmente ho la conferma che il form funziona!) che mi chiede di pubblicare un vademecum anti brogli elettorali aggiornato, in previsione delle prossime elezioni europee.

Il riferimento è a un mio vecchio post, in cui - riprendendo altre fonti - scrivevo:
1) Per chi non vuole andare a votare: andateci (potete sempre votare scheda "bianca", cfr. punto 3) altrimenti si rischia che mettano nell'urna schede taroccate mettendovi nella lista dei votanti.
2) Andare a votare la Domenica, non Sabato. Così si evita che di notte qualcuno possa fare giochi di prestigio.
3) Per chi non vuole esprimere nessuna scelta: NON consegnare assolutamente la scheda in bianco. Scarabocchiatela tutta, non deve essere possibile nessuna aggiunta.
4) Per le comunali indicate sia lista che candidato sindaco. Questo per evitare che qualcuno aggiunga la lista o il candidato sfruttando la possibilità del voto disgiunto.
Da allora ho cercato di distanziarmi emotivamente dalla politica (avrete notato molti meno post sull'argomento, da queste parti) tanto che - lo confesso - mi ero del tutto dimenticata delle elezioni europee e manco sapevo quando si dovessero tenere. Ora mi sono informata: sono fissate alla fine di maggio (22-25 maggio, per la precisione). Il che ci dà un paio di mesi di tempo per metter su un vademecum aggiornato. 

Rispondendo, in privato, al lettore di cui sopra gli dicevo che probabilmente andremo quanto prima a votare anche per le politiche, e ancor più probabilmente con una nuova legge elettorale, certamente (qui le probabilità sono del 100%) concepita apposta per mettercelo di bel nuovo inderchiul. Solo Odino sa, per dirne una, quale labirinto di scheda elettorale riusciranno a congegnare.

Sicché conviene prepararsi. Se avete suggerimenti utili (tipo controllare che la matita fornitavi al seggio sia effettivamente copiativa, o stare attenti a non sovrapporre le schede se ce ne fosse più d'una) lasciateli nei commenti. A inizi maggio faccio uscire il post ultimo definitivo (almeno nelle intenzioni e fino alla prossima legge elettorale).

2 commenti:

  1. Dovrebbe essere possibile se non sbaglio poter partecipare allo spoglio elettorale e eventualmente anche leggere il resoconto stenografico una volta terminato lo spoglio. Sempre se non cambiano la legge per impedire la democrazia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, lo spoglio è pubblico: mi ci sono trovata io una volta (fino alle 3 di notte!) quando il mio ragazzo era scrutatore. Il resoconto stenografico non mi risulta, quella volta nessuno lo fece, compilarono solo (si fa per dire) un noiosissimo e complicatissimo verbale. Credo però che siano pubblici i conteggi totali fatti - mi pare - in Prefettura.

      Elimina

Tutti i commenti sono i benvenuti.
Grazie della partecipazione!