martedì 11 febbraio 2014

Relax serotino, o presunto tale

La sera, dopo cena, all'amore mio piace guardare i talk show politici, che in TV ormai proliferano peggio delle partite di calcio. Ce n'è almeno uno ogni giorno che Odino ha messo in terra. A me piace(rebbe) invece guardare un bel film, ma in TV non ce ne sono mai: quindi mi rifugio su Internet.

Dove tutti pare che stiano commentando il talk show politico di turno.

La cosa è deleteria non tanto per il fatto che, di riffa o di raffa, sono costretta a seguire il talk show (prima, quando erano in numero decente, li guardavo anche io; ma adesso sono una scusa puerile per raccogliere un po' di gente ignota a urlare in TV. Poi, scusate, io non accetto che personaggi come Giletti o la D'Urso possano disquisire di temi politici. Mi aspetto di veder comparire Peppa Pig da un momento all'altro. E sarebbe meglio).

La cosa non è tanto deleteria, dicevo, per il fatto che mi costringe a seguire - anche se di riflesso - il talk show; il problema, il vero problema, è che se leggo un commento assurdo la paladina della giustizia che è in me mi impone di rispondere. Generalmente su Twitter.

Perché poi, su Twitter, io mi ritrovi a seguire al 90% piddini disposti a tutto pur di non ammettere l'evidenza è un mistero che trascende la mia comprensione ma che pure un giorno dovrò farmi forza ed indagare.

Dunque le mie serate passano twittando con fervore rispostacce polemiche a destra e a sinistra (sono bipartisan). E ciò è male, perché dopo una giornata di lavoro in cui i miei nervi, credetemi, sono messi a dura prova, quello che mi ci vorrebbe è una seratina rilassante, sul divano, a non fare - e soprattutto a non pensare - niente.

L'unica via d'uscita che intravedo è disattivare il wireless e concentrarmi su film e serie TV "diversamente noleggiati" (copyright il Dittatore). Ultimamente, però, mi sto dedicando a un telefilm incentrato sulle vicende politiche americane; roba, per capirci, dove il Presidente, che è una persona competente e capace, può permettersi di alzare il telefono e dire al Primo ministro indiano (un Paese a caso e non di stretta attualità) di smetterla di comportarsi da imbecille. E il Primo ministro indiano la smette. All'istante.

Capirete che guardare cose del genere non aiuta a farmi passare il nervoso.

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono i benvenuti.
Grazie della partecipazione!