lunedì 11 giugno 2012

Un partigiano come Presidente

Ci sarebbero cose molto più serie di cui parlare: il prestito di 100 miliardi di euro alla Spagna; la prima banca italiana che ha praticamente chiuso, per cui i correntisti da una settimana non possono più prelevare i loro soldi; lo spread che continua a salire; l'IMU che incombe.

Ma la prima notizia, per i nostri "giornalisti", è la superba (???) prestazione della Nazionale contro la Spagna agli Europei di calcio.
Non siamo un Paese serio. Peraltro, io la partita l'ho vista e mi risulta che sia finita 1-1, non 14-0 per l'Italia come pure i toni trionfalistici dei commentatori farebbero lecitamente presumere.

Fiumi d'inchiostro sprecati anche per la presenza di Napolitano (e consorte) sugli spalti prima, negli spogliatoi poi.
Immaginatevi, vi prego, Pertini che, nel bel mezzo di una crisi economica e con tre-quattro regioni piagate dal terremoto, se ne va a vedere la prima partita del girone eliminatorio degli Europei.

Giacché ci siete, potreste anche immaginarvi Zoff che - sospettato di scommesse illecite - si lancia in un'intemerata contro i magistrati dicendo cose tipo "con i miei soldi ci faccio quello che mi pare". Immaginatevi a questo punto Pertini che - dopo la suddetta intemerata - abbraccia allegramente Zoff facendo battutine sulle scommesse.

Sandro, mi manchi.

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono i benvenuti.
Grazie della partecipazione!