giovedì 1 settembre 2011

La rivolta delle macchine


Non so se capita anche a voi, ma a casa mia periodicamente le macchine si ribellano e smettono di funzionare. Tutte assieme.
(E' in momenti come questi che la presunta previsione Maya circa la fine del mondo non mi sembra più tanto presunta.)

In questi giorni, si sono messi d'impegno il computer e il telefonino. Il primo ha misteriosamente perso le impostazioni di Messenger (le mie credenziali d'accesso sono scomparse, sostituite da quelle di mia sorella - che, per inciso, non tocca il mio computer da quasi un anno) e siccome illo tempore avevo selezionato l'opzione "mantieni connesso", ho dimenticato username e password e ora non sono più capace di accedere. 

Il telefonino, dal canto suo, probabilmente si è convinto di essere nel Sahara o giù di lì, invece che in un centro urbano abitato e più o meno tecnologicamente avanzato, perché sono ore che non trova campo. 

Internet, al momento, collabora. Ma è meglio non dirlo a voce troppo alta, mi sa.

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono i benvenuti.
Grazie della partecipazione!