lunedì 28 maggio 2012

Idoneità a vivere

Decenni fa, a tarda notte, beccai in TV una inquietante puntata di "Ai confini della realtà" in cui tutti i bambini venivano sottoposti a un test di intelligenza di routine e quelli troppo intelligenti venivano soppressi.
La faccenda mi disturbò il sonno per varie notti di seguito e ancora adesso, quando ci ripenso, mi inquieta (del resto l'avevo detto che la puntata era inquietante). Tuttavia capitano delle occasioni in cui l'idea di un test di intelligenza/idoneità a vivere non mi pare così repellente.

Tanta premessa, per dire che ieri io e l'amore mio ci siamo recati in un ipermercato per comprare al volo due cosucce (poi abbiamo finito per comprare anche altra roba, come nelle migliori tradizioni del demoniaco sistema di marketing degli ipermercati; ma questa è un'altra storia). Essendo solo due quattro cosucce, invece di piazzarci in coda alle casse strabocchevoli di gente, abbiamo pensato bene di approfittare della c.d. "cassa amica", dove in teoria fai prima perché passi tu il codice a barre davanti al lettore paghi e ti spicci.
In teoria.

In pratica, abbiamo atteso quanto e più che alle casse strabocchevoli di gente, dato che prima il lettore dei codici a barre non funzionava, poi un signore portato per la tecnologia come per le più elementari norme della civile convivenza ha impegnato la cassa per buoni 20 minuti di orologio; il sistema non gli permetteva di verificare l'importo totale della spesa prima di scegliere il tipo di pagamento, e lui aveva bisogno di conoscere il totale per capire se per pagare gli sarebbe bastato il buono pasto, sennò doveva togliere qualcosa dalla spesa, e qualcos'altro metterci, fino a coprire l'importo esatto del buono pasto.
Intanto dietro di lui in coda c'era gente che doveva pagare solo una bottiglia d'acqua.

L'amore mio, che è portato per la tecnologia come per le più elementari norme della civile convivenza, ha cortesemente aiutato il signore a togliersi dai pie utilizzare il sistema. Dopo di che, arrivato il nostro turno (dopo circa mezz'ora), abbiamo pagato e ce ne siamo andati. Per tutto il tragitto di ritorno a casa, l'amore mio si è dedicato a progettare un test votato alla misura dell'intelligenza individuale e il successivo sterminio di tutti gli incapaci a superarlo.
Di solito quando se ne esce con queste teorie gli do del nazista e gli intimo di smetterla. Di solito.

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono i benvenuti.
Grazie della partecipazione!