giovedì 24 aprile 2014

Come fare per votare - vademecum anti brogli aggiornato

Come preannunciato, ma in anticipo sul previsto perché la materia si va facendo sempre più complicata, ecco un po' di informazioni spero utili per andare a votare il prossimo 25 maggio. Si vota in un unico giorno, dalle 7 alle 23.

I disabili possono valersi del voto assistito: trovate istruzioni dettagliate, anche per chi ha necessità di votare da casa, qui (ovviamente il consiglio è quello di chiedere informazioni specifiche al Comune di residenza). Attenzione alle scadenze per la presentazione delle domande!

Come sapete, si vota per le elezioni europee e per le amministrative.
Essendoci più di una scheda, ricordate di non sovrapporle l'una sull'altra in modo che eventuali segni prodotti dalla matita copiativa (non dovrebbero essercene, si usa apposta la matita e non la penna, ma non si sa mai) possano rischiare di far invalidare il voto.

Non è necessario bagnare la punta della matita prima di votare (anzi è sconsigliato, in quanto ovviamente anti-igienico). Non è nemmeno vero che la matita copiativa non sia cancellabile; è cancellabile al 90%, ma non del tutto (inutile, quindi, portarsi al seggio una gomma da cancellare per "testare" la matita).

La possibilità di rifiutare la scheda, facendo mettere a verbale la cosa, pare accertato sia un'altra bufala. Se volete esprimere dissenso con l'attuale rappresentanza politica, pur esercitando il diritto/dovere di voto (opzione che personalmente sostengo), votate scheda bianca o meglio ancora annullatela, con una croce enorme che l'attraversi tutta o scarabocchiandola, sempre cercando di coprire l'intero foglio, in modo che non si possano fare "giochetti" in sede di spoglio.

E' invece vero che è vietato fotografare la scheda, una volta apposto il voto.

Per le elezioni europee, in cui in Italia è prevista una soglia di sbarramento al 4%, si vota facendo una croce sul partito prescelto ed è inoltre possibile esprimere fino a tre preferenze ma attenzione: la terza deve essere di sesso diverso dalle altre, pena annullamento (quindi due donne e un uomo o due uomini e una donna. E come si fa a sapere, eventualmente, qual è la "terza" preferenza da annullare? Bella domanda, fatela al legislatore). A quanto capisco, invece, esprimendo solo due preferenze si possono scegliere candidati dello stesso sesso.

Per le elezioni amministrative le modalità di voto cambiano a seconda della grandezza del Comune: trovate istruzioni dettagliate qui.
Data la possibilità del voto disgiunto, per evitare brogli il consiglio è quello di esprimere la preferenza sia per il candidato sindaco, sia per un partito (collegato o meno), così che a nessuno possa venire la tentazione di "aggiungere" croci sulla vostra scheda...
Eventuali ballottaggi saranno effettuati l'8 giugno.

Da ultimo: chiunque può liberamente assistere allo spoglio del seggio a cui è iscritto. Inoltre i verbali dello spoglio sono depositati presso le Segreterie comunali, a disposizione dei cittadini che vogliano consultarli.

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono i benvenuti.
Grazie della partecipazione!