sabato 29 dicembre 2012

"Credo proprio che il peggio sia passato", ovvero Angelica commenta "L'Hobbit"

Ecco qua, l'ho visto. E in attesa della seconda parte potrei passare un intero anno a parlarne, ma cercherò di contenermi.

Per prima cosa è doveroso ringraziare Amica_G che, come promesso circa 10 anni fa, è venuta con me al cinema e ha sopportato la mia ansia pre-spettacolo (con un numero imbarazzante di messaggi ossessivi via telefono e Facebook per confermare l'appuntamento) e la mia eccitazione durante (ma non ho ancora dato il meglio di me stessa: l'anno prossimo sarà un massacro).

Anche questa volta, poi, esattamente come 10 anni fa, ero una dei pochi ad aver letto il libro, evidentemente, dato che quando il film è finito e le luci si sono accese ho raccolto le mie cose e me ne sono andata tranquillamente, mentre quasi tutti gli altri restavano basiti a fissare lo schermo, cercando di capacitarsi del fatto che il film in effetti non era finito e per sapere cosa succede toccherà aspettare un anno. Poi dice che leggere non serve.

(Tra un anno, comunque, spero di non essere costretta a vedere il film in 3D. Bello, per carità, ma la mia miopia non gradisce molto.)

Gli altri commenti li scrivo qua sotto, così non spoilero troppo.

E mi libero innanzitutto delle cose che non mi sono piaciute: secondo me Jackson si ripete un po' troppo. Va beh che questo è il prequel del Signore degli Anelli, ma ci sono un sacco di movimenti di macchina - anzi, se per questo un sacco di scene - che sono riprese par paro dalla prima trilogia.

Altre scene, poi, potevano tranquillamente essere tagliate, tipo l'incontro con Radagast. E la purista filoelfica che è in me ha tremato davanti alla caratterizzazione di Thranduil - tutto il su' figliolo, tra parentesi. Complimenti al casting.

Anche doppiare in italiano le canzoni dei nani non è stata un'idea brillantissima.

Mi sono piaciuti il ritorno dei "vecchi" personaggi (Gollum, ovviamente; Saruman che non è ancora un traditore; Elrond e Galadriel) e in genere l'introduzione di elementi che torneranno nella prima trilogia (Pungolo, ad esempio). Mi è piaciuto che si veda Frodo in procinto di incontrare Gandalf, con un ovvio collegamento all'inizio della Compagnia - anche se quella è un'altra scena che avrei tagliato. Mi è piaciuto molto che non si sia mai visto il drago per intero, e mi sono piaciute moltissimo le aquile.

Mi è piaciuto lo spazio dato a Balin (anche se me lo sono sempre immaginato meno vecchio); Gloin, al momento, non si è quasi visto e mi domando se non se lo siano tenuto "di riserva" in attesa di incontrare Thranduil. Mi domando quando e come entrerà in scena Legolas, e se vedremo un giovane Aragorn. E se Beorn farà la sua comparsa: dovrebbe, altrimenti come si risolve la Battaglia finale?

A conti fatti, il film mi è piaciuto, l'ho trovato abbastanza fedele al libro e mi ha lasciato la curiosità di vedere come hanno strutturato il resto. E la battuta finale di Bilbo mi è parsa altamente profetica: "Credo proprio che ormai il peggio sia passato". Indeed.

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono i benvenuti.
Grazie della partecipazione!