venerdì 20 aprile 2012

Noi siamo le colonne

Lo stato dell'Università italiana è ormai al di là di ogni possibile redenzione.
Siamo sempre nei pressi della malefica procedura di valutazione della qualità della ricerca scientifica (e le contraddizioni implicite nella definizione sono troppe per contarle), che sembra - a guardare dalla mia postazione, almeno - aver gettato nello sconforto gran parte dei docenti & ricercatori universitari.

Cose successe solo oggi:

1) un povero forse futuro assegnista di ricerca che mi implora di mettergli a disposizione il PDF di un suo saggio, perché dall'Università lo vogliono in formato elettronico entro oggi sennò non glielo valutano, e gli hanno anche detto che può caricare anche solo una bozza (e allora io mi chiedo: tu valutatore, come fai a sapere che la bozza corrisponde in tutto e per tutto alla versione definitiva del saggio? cosa valuti cosa? livello di serietà zero).
(poi il forse futuro assegnista di ricerca è andato in tilt quando ho ardito pronunciare l'arcana parola "upload", ma vabbeh.)

2) un ricercatore del CNR, che ha pure lui bisogno - ça va sans dire - del PDF di una sua pubblicazione, e dalla mia risposta arguisce che delle procedure ministeriali di valutazione ne so molto più di lui, per cui comincia a tempestarmi di domande sul perché e percome, al che a un certo punto sono costretta a ricordargli soavemente che noi saremmo una privata casa editrice, e non il Ministero della Ricerca Scientifica (lettere maiuscole usate a sproposito), per cui forse per informazioni ufficiali (NB: non ho detto "attendibili") attinenti alla ricerca scientifica farebbe bene a rivolgersi al Ministero "competente".

(nota a latere: lo so che è pura perfidia da parte mia, ma spesso quando mi trovo a colloquio con qualche universitario - soprattutto, ma non necessariamente, di facoltà scientifica - mi diverto a sfoggiare il mio eloquio più aulico. Di solito ottengo, in pratica, lo stesso effetto della supercazzola ma con frasi in perfetto italiano e di senso più che compiuto. Sono davvero una persona orribile. *ghigno*)

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono i benvenuti.
Grazie della partecipazione!