martedì 10 aprile 2012

La primavera tarda ad arrivare

Ho resistito finché ho potuto; ma a metà mattina, preso atto dei piedi congelati, delle dita viola e dei brividi incessanti, mi sono piegata a riaccendere la stufetta.
Sarebbe anche primavera, comunque.

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono i benvenuti.
Grazie della partecipazione!