lunedì 8 febbraio 2010

Una doverosa precisazione

Cari signori uomini, ma sarebbe meglio dire cari signori maschi, ultimi rappresentanti della stirpe di Neanderthal che la mattina transitate in auto, in moto, in bici e su vari altri mezzi di locomozione (ambulanze comprese) dinanzi alla fermata dell'autobus dove io sono in attesa, vorrei precisare che se sono in attesa alla fermata dell'autobus è perchè attendo - appunto - l'autobus, e non  i vostri sguardi e fischi e richiami e colpi di clacson. Preciso altresì che i vostri sguardi, fischi, richiami e colpi di clacson non mi lusingano nè mi gratificano, nè punto nè poco; anzi, li considero alquanto beceri e umilianti, più adatti a un mercato delle vacche che a una donna (essere umano di sesso femminile) che attende l'autobus. Vorrei chiarire inoltre - poichè temo che una tale intuizione non vi abbia mai sfiorato - che se indosso una gonna lo faccio solo ed esclusivamente per soddisfare il mio proprio personale gusto estetico, non il vostro. E se alla gonna abbino un paio di stivali è per difendermi dal freddo, non per vostro ulteriore sollazzo.

Peraltro ruotare così tanto la testa in senso orario mentre transitate dinanzi alla mia fermata dell'autobus può essere deleterio per la vostra salute fisica, mettendovi a serio rischio di torcicolli e nevralgie varie, nonchè pericoloso per chi vi segue e/o vi precede nel traffico; voi stessi potreste (intendiamoci, non ve lo sto augurando, ma è un'eventualità da prendere in considerazione) perdere il controllo del veicolo e finire con lo schiantarvi contro il palo più vicino (che poi è quello della fermata dell'autobus).

5 commenti:

  1. Confermo la pericolosità del gesto:avevo la patente da poco e per guardare una bellissima ragazza stavo tamponando la macchina davanti a me. Mi chiedo però se tale gesto sia consentito qualora deambulassi sulle mie gambe ;-)

    RispondiElimina
  2. La parola chiave è "discrezione".

    RispondiElimina
  3. Approvo la tua keyword ;-)

    RispondiElimina
  4. Approvo in pieno Angel e hai tutta la mia solidarietà!
    Se c'è una cosa che proprio non sopporto è vedere i bulletti (grandi o piccoli che siano, ma grandi è peggio) che si voltano per fissare e/o fischiare e/o suonare il clacson quando passano davanti ad una ragazza.
    Per me è sempre stata una grezzata degna di un animale chiuso in un recinto che non appena vede una femmina si scatena... veramente pessimo!

    RispondiElimina
  5. Io credo davvero di avere rischiato l'incolumità fisica un paio di volte... Dato che per me le auto sono tutte uguali (riconosco solo le Ferrari, soprattutto perchè in genere sono rosse), e dato che sono molto molto miope, quando qualcuno passa in macchina e mi lancia un richiamo o un colpo di clacson tendo a pensare (ingenuotta!) che sia qualcuno che conosco, e allora lo osservo con attenzione. Beh, càpita che il "grezzone" di turno si fermi, aspettandosi - temo - che colpita dal suo fascino animale (è il caso di dirlo) io salga in macchina con lui... :(

    RispondiElimina

Non voglio chiudere questo blog - spero di aver occasione per scrivere in futuro - ma chiudo temporaneamente i commenti, infestati dallo spam.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.