giovedì 4 dicembre 2014

Ci avrei scommesso

Oggi non vedevo l'ora di tornare a casa perché avevo un sacco di cose da fare. Difatti, il mio treno è arrivato in ritardo di quasi 20 minuti.
Finalmente a destinazione, e carica di borsa cestino del pranzo e piantina di limone dell'AIL che non poteva che essermi recapitata stamani, vado di gran carriera a fare la spesa.
Coda infinita all'unica cassa aperta.

Giunta al portone di casa, mi rendo conto di non avere le chiavi in borsa. Telefonata frenetica all'amore mio che naturalmente non è nelle vicinanze e non può venirmi in soccorso. Indi per cui rapido dietro-front e, sempre carica di borsa cestino del pranzo piantina di limone e sporta della spesa (sta diventando una canzone di Branduardi), vado dai suoceri che per fortuna abitano nei pressi e sono stati previdentemente muniti di copia delle chiavi. Ritorno a casa, che ve lo dico a fare carica di borsa cestino del pranzo piantina di limone sporta della spesa e chiavi, per appurare che (meno male) le mie chiavi erano appese al loro posto, dove a quanto pare avevo ritenuto utile lasciarle stamattina.

Dopo di che, al diavolo tutto e mi sono schiantata sul divano.
Dimenticandomi completamente che dovevo avviare la lavastoviglie.
Non sto bene.

(Giova precisare che il fatto di non trovare le chiavi di casa in borsa non mi ha preoccupato più di tanto. Io non sono il tipo che perde le chiavi. Io perdo direttamente tutta la borsa.)

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono i benvenuti.
Grazie della partecipazione!