lunedì 12 novembre 2012

Prima o poi riuscirò ad assumere la forma mentis di una persona adulta

... ma per il momento continuo, imperterrita, ad angosciarmi quando devo discutere con qualcuno, anche se sono al 150% convinta di avere ragione (casus belli, questioni di politica aziendale), e mi sento in colpa e mi faccio venire l'ansia aspettandomi di essere rimproverata, manco avessi ancora 5 anni.

Meno male che scrivere qui mi aiuta a rimettere le cose in prospettiva.

2 commenti:

  1. Puoi procedere per tentativi.
    Ad esempio, la prossima volta che dovrai affrontarli immagina di starne scrivendo.

    In pratica devi inserire dei " filtri " tra te e l'interlocutore, in modo da non vederlo più come soggetto ma come evento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è davvero un'ottima idea! D'altra parte, uno non nasce/diventa dittatore per caso. Grazie.

      Sul serio, "drammatizzare" me stessa - nel senso di immaginarmi come un personaggio fittizio - mi ha sempre aiutato, fin dall'adolescenza, a focalizzare i miei lati positivi (per rafforzarli) e quelli negativi (per cercare di modificarli. Alla prossima occasione devo provare a "recitarmi", poi ti faccio sapere come è andata.

      Elimina

Tutti i commenti sono i benvenuti.
Grazie della partecipazione!