giovedì 9 aprile 2015

Mele

L'amore mio, l'uomo che comprò un Blackberry salvo poi dopo 5 minuti scoprire che i suoi ditini tozzi mal si sposavano con i tasti minuscoli del telefono, l'uomo che comprò un phablet salvo poi dopo 5 minuti scoprire che era troppo grande e quindi scomodo da usare come telefono, l'uomo i cui cellulari vantano una media di sopravvivenza di 3 giorni (poi tipicamente finiscono a terra in frantumi, se per fortuito accidente o a seguito di accesso di rabbia è bene non precisarlo; memorabile l'episodio in cui dimenticò il telefono sul tettuccio dell'auto in cellulare, perché strano a dirsi il telefono si salvò), l'uomo che insomma per usare un eufemismo ha un rapporto problematico con le tecnologie mobile, ebbene signore e signori

QUEST'UOMO

approfittando proditoriamente della mia assenza, è andato a comprarsi un iPhone.

Un sentito ringraziamento a mio zio che a Pasqua ha decantato incautamente le virtù del suo telefonino.

Urge preservare per i posteri ciò che di conseguenza egli (l'amore mio, non mio zio) mi disse in chat mentre io cercavo di lavorare.

- Ti ricordi la password del modem di casa?
- Sicura? Non va
- Dice "errata"
- Niente, non si collega... 
- Cominciamo proprio male!
- Ma è possibile che se non va in Internet non mi fa nemmeno telefonare?
- Tra poco lo sbatto a terra
- Che poi non ha nemmeno dei bottoni, sta m***a [qui ho riso tantissimo, NdA]
- Almeno gli altri ti fanno telefonare
- Ma non è che abbiamo cambiato password al modem?
- Aspetta... Forse ora è andato
- Niente, non ha una tastiera, non ha un tasto per spegnerlo... Se vuoi togliere la batteria, non ha la batteria!
- FINALMENTE
- Si è avviato... E' comparsa la tastiera

(A questo punto è scomparso lui, non so se ringraziare la mia buona stella o preoccuparmi)

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono i benvenuti.
Grazie della partecipazione!